Alici all’Olio

FILETTI ALICI IN OLIO DI OLIVA 80 g e 95 g

Il “prosciutto di mare”

Le pregiate alici pescate nel periodo primaverile-estivo dalle cosiddette “lampare”, vengono subito lavorate secondo antiche tradizioni. Dopo una lunga stagionatura, vengono sfilettate per essere conservate in olio di oliva. Ancora oggi la lavorazione delle alici viene completamente fatta a mano in Italia, rispettando la tradizione tramandata per generazioni.

Ideali da gustare con crostini di pane, ottimi da abbinare a sfiziosi antipasti con ricotta e mozzarella di bufala, o per preparare un’ottima pasta.

 

FILETTI DI ALICI AFFINATE IN BOTTI IN OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 45 g e 100 g

Tradizioni in tavola

La lavorazione delle acciughe è rappresentativa della storia dell’azienda, nata nel 1969 proprio per la produzione delle acciughe salate e sott’olio. Le alici, pescate nel periodo primaverile-estivo dalle cosiddette “lampare”, vengono subito lavorate secondo l’antica tradizione dei pescatori di Cetara e riposte all’interno di Barrique di legno per una lenta maturazione. Vengono definite “Prosciutto di Mare” proprio per la delicatezza che le contraddistingue.

Ideale da gustare semplicemente con crostini di pane (burro e alici), ottimi da abbinare a sfiziosi antipasti con pomodorini all’insalata, oppure da abbinare alla ricotta o mozzarella di bufala.

 

 

ACCIUGHETTE PICCANTI 200 g

Capricci piccanti

Le acciughette piccanti rappresentano antiche tradizioni dei pescatori di Cetara, ove le acciughe più piccole, riposte sotto sale, dopo una lunga stagionatura vengono raccolte e condite con olio e peperoncino  per essere mangiate intere, con tutta la lisca. Infatti nelle acciughe più piccole, la lisca non disturba, ma rende leggermente croccante il prodotto.

Ottime per essere cucinate, soprattutto per aperitivi, accompagnate da bruschette e burro.

 

ACCIUGHETTE AL PREZZEMOLO 200 g

Capricci un cucina

Le acciughette al prezzemolo rappresentano antiche tradizioni dei pescatori di Cetara, ove le acciughe più piccole, riposte sotto sale, dopo una lunga stagionatura vengono raccolte e condite con olio e prezzemolo  per essere mangiate intere, con tutta la lisca. Infatti nelle acciughe più piccole, la lisca non disturba, ma rende leggermente croccante il prodotto.

Ottime per essere cucinate, soprattutto per aperitivi, accompagnate da bruschette e burro.